blog image

ECM 2020 UDINE Effetti placebo e nocebo: come usare i fattori di contesto per potenziare il risultato clinico in fisioterapia

Presentazione 

Gli effetti placebo e nocebo rappresentano argomenti di grande interesse nell’ambito clinico e scientifico internazionale. Essi rappresentano il risultato positivo (placebo) o negativo (nocebo) conseguente l’interazione tra il paziente ed i diversi fattori di contesto presenti nei setting sanitari in grado di influenzare l’outcome terapeutico. Ad oggi la conoscenza sulle tematiche in oggetto da parte dei diversi professionisti sanitari (es. fisioterapisti) risulta eterogenea e non approfondita, con conseguente limitata traslabilità clinica e ridotto impatto nel potenziare il risultato terapeutico nel paziente. 

Obiettivi formativi 
Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di: 
- conoscere gli effetti placebo, nocebo ed i fattori contestuali riflettendo sulle teorie psicologiche e sui meccanismi neurobiologici alla base del loro funzionamento;
- analizzare il peso ed il ruolo degli effetti placebo, nocebo e dei fattori contestuali nella pratica clinica;
- utilizzare i principali fattori di contesto, durante le fasi di ragionamento clinico e di decision-making, per influenzare eticamente l’outcome terapeutico stimolando gli effetti placebo e riducendo gli effetti nocebo

Sintesi dei contenuti 
Utilizzando un approccio basato sulle attuali evidenze disponibili in letteratura, il corso teorico- pratico si propone di analizzare: a) la definizione ed il ruolo degli effetti placebo, nocebo e dei fattori contestuali nella pratica clinica; b) le principali teorie psicologiche e i meccanismi neurobiologici sottesi agli effetti placebo, nocebo e contestuali; c) il peso dei diversi fattori di contesto nell’influenzare gli outcome di interesse fisioterapico. Utilizzando diverse metodologie didattiche (lezioni frontali, discussioni interattive, presentazioni di casi ed esercitazioni pratiche), durante il corso il discente sarà guidato nell’imparare ad utilizzare i diversi fattori di contesto nelle fasi di ragionamento clinico e di decision-making per stimolare effetti placebo e ridurre l’insorgenza degli effetti nocebo nella propria pratica clinica. 

Modalità didattica e valutativa 
Il corso è strutturato attraverso: lezioni frontali; discussioni interattive; presentazioni di casi ed esercitazioni pratiche. La valutazione dell’evento formativo è effettuata attraverso l’utilizzo di un questionario a risposta multipla. 

Perché partecipare 
Questo corso si pone nel panorama formativo italiano come una risposta ai diversi interrogativi che il clinico si pone quotidianamente: “Perché il paziente presenta una variabilità nella risposta terapeutica?”; “Com’è possibile migliorare il risultato terapeutico nel paziente legandolo maggiormente al clinico?”, “Com’è possibile ridurre il rischio di perdita di un paziente?”. A seguito dell’evento formativo il discente acquisirà conoscenze teoriche ed abilità pratiche immediatamente spendibili nei propri setting clinici volte a stimolare gli effetti placebo e a limitare gli effetti nocebo attraverso l’adeguato utilizzo dei fattori di contesto.

Destinatari 
Il corso è rivolto ai diversi professionisti dell’ambito riabilitativo: 
- Fisioterapisti;
- Medico chirurgo - Medicina fisica e riabilitazione;
- Medico chirurgo - Ortopedia e traumatologia;
- Medico chirurgo – Sportivo. 

Curriculum docente 
Il dott. Giacomo Rossettini è un fisioterapista libero professionista che si occupa di ragionamento clinico e riabilitazione muscoloscheletrica in provincia di Vicenza dove, da 10 anni, gestisce un azienda di fisioterapia.
Ha conseguito con lode: la Laurea in Fisioterapia nel 2008 (PT); il titolo di Orthopaedic Manipulative Physical Therapist (OMPT) nel 2010; la Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie (MSc) nel 2013 ed il Dottorato di Ricerca in Neuroscienze (PhD) nel 2018. Nel corso della sua formazione ha collaborato con il laboratorio di neurofisiologia del Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento dell’Università degli Studi di Verona (responsabile: prof.ssa Mirta Fiorio) analizzando l’influenza degli effetti placebo nella prestazione motoria.
È docente presso: il Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici dell’Università di Genova per il modulo ‘Rachide cervicale’; il Corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università di Verona per il corso di ‘Terapia Manuale Integrata’; il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie per l’insegnamento ‘Gestione e Sviluppo della Risorsa Lavoro in Riabilitazione’. Autore di molteplici pubblicazioni su riviste di scientifiche di settore, ha all’attivo oltre 50 relazioni tenute presso atenei, convegni, conferenze nazionali ed internazionali.
Attualmente è collaboratore alla ricerca presso il Dipartimento di Neuroscienze, riabilitazione, oftalmologia, genetica e scienze materno-infantili (DINOGMI) dell’Università di Genova. La sua principale linea di indagine riguarda l’impatto degli effetti placebo, nocebo e dei fattori di contesto nella pratica clinica sanitaria con particolare attenzione all’ambito fisioterapico. 

Programma


 

I° giorno   

08.00-08.15 Registrazione partecipanti  

08.15-08.30 Saluti ed introduzione: identificare gli obiettivi del corso   

08.30-09.30 Effetti placebo/nocebo e fisioterapia (Conoscere la relazione tra gli effetti placebo/nocebo e l’ambito fisioterapico.   

09.30-11.00 Effetti placebo/nocebo: introduzione e psicobiologia (Conoscere definizione, ambiti di interesse e teorie psicobiologiche alla base degli effetti placebo/nocebo) 

11.00-11.15 Pausa   

11.15- 12.45 Effetti placebo/nocebo: neurobiologia, etica, percezione e ricerca (Conoscere i meccanismi neurofisiologici, gli aspetti etici e di ricerca, la percezione dei pazienti/clinici riguardanti gli effetti placebo/nocebo)   

12.45-13.00 Key points e discussione: confronto/dibattito tra pubblico ed esperto  

13.00-14.00 Pausa pranzo   

14.00-15.45 Fattori di contesto: definizione, ambiti di applicazione (lezione magistrale, presentazione di casi. Conoscere i fattori di contesto e gli ambiti clinici di applicazione, identificare i quadri patologici e gli outcome fisioterapici sensibili ai fattori di contesto)

15.45-16.00 Pausa   

16.00-16.45 Fattori di contesto: ragionamento clinico e decision-making (Applicare i fattori di contesto nelle diverse fasi del ragionamento clinico e del decision-making in fisioterapia)   

16.45-17.00 Key points e discussione e conclusione: confronto/dibattito tra pubblico ed esperto    

II° giorno  

08.15-08.30 Recupero delle informazioni del giorno precedente (chiarire eventuali dubbi e domande sui temi trattati il giorno precedente)   

08.30-09.00 Fattori di contesto: caratteristiche del clinico: (Conoscere ed applicare le caratteristiche del clinico per influenzare l’outcome fisioterapico. Dimostrazione, presentazione di casi, esecuzione diretta)   

09.00-10.00 Fattori di contesto: caratteristiche del paziente (Conoscere ed applicare le caratteristiche del paziente per influenzare l’outcome fisioterapico)   

10.00-11.00 Fattori di contesto: caratteristiche della relazione terapeutica clinico-paziente (Conoscere ed applicare le caratteristiche della relazione clinico-paziente per influenzare l’outcome fisioterapico)   

11.00-11.15 Pausa

11.15-12.15 Fattori di contesto: caratteristiche del trattamento (Conoscere ed applicare le caratteristiche del trattamento in per influenzare l’outcome fisioterapico) 

12.15-12.45 Fattori di contesto: caratteristiche del setting sanitario (Conoscere le caratteristiche del setting sanitario in grado di influenzare l’outcome)   

12.45-13.15 Key points e discussione e conclusione: confronto/dibattito tra pubblico ed esperto

13.15-13.30 Documentazione ECM   
 

 

Share:

Iscrizioni

Nel formato giorno/mese/anno
Se non in possesso del codice a 7 cifre o indirizzo PEC è obbligatorio inserire una codice composto da 7 zeri
Professione
Pagamento: BONIFICO
Prezzo: 340 euro

Accetto i termini e le condizioni
Accetto i termini e le condizioni. Leggi l'informativa.
Accetto i termini e le condizioni:
<