blog image

ECM 2021 Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® - Matwork base,intermedio avanzato e piccoli attrezzi

Il programma di formazione completo Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® prevede corsi per la parte a corpo libero (matwork e piccoli attrezzi), per tutti i "grandi attrezzi" pilates (universal reformer, rehabilitation table (cadillac), step barrel, ladder barrel, chair)  e dei seminari monotematici. Ogni corso è completo in se e permette l'utilizzo dell'attrezzo specifico per strutturare un programma riabilitativo di difficoltà crescente. Il primo corso da cui si può sviluppare ed ampliare la formazione è sempre necessariamente  "matwork e piccoli attrezzi" in quanto comprende la parte teorica di base completa a supporto della tecnica “Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

 

"Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® - Matwork base,intermedio avanzato e piccoli attrezzi"

In questo corso viene trattata la parte del metodo a corpo libero con l'aggiunta di piccoli attrezzi quali 1 magic circle, 1 foam roller, 1 elastico piatto resistenza media, 1 soft ball.

Si tratta di un corso prevalentemente pratico in cui la parte teorica è relativa alla presentazione del metodo e dei principi fondamentali con rimandi a ricerche scientifiche a supporto della tecnica stessa, alla valutazione del paziente e alle sue applicazioni generali in riabilitazione (v. programma dettagliato allegato)

Obiettivo del corso è l'apprendimento della tecnica Pilates Fisios a corpo libero e con i piccoli attrezzi in modo da poter elaborare un programma riabilitativo completo applicabile a differenti tipologie di paziente.

Programma


1° giornata (7 ore)

 

ore 13.00 Origini del metodo Pilates, presentazione grandi attrezzi, matwork e

piccoli attrezzi. Differenze tra “fitness Pilates” e “Pilates terapeutico Pilates Fisios

metodo Silvia Raneri®

ore 14.15 I Principi Fondamentali Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Stabilità del core e funzionalità motoria:                      

Studi scientifici e modello di funzionalità: modello stabilità spinale di Panjabi, Modello integrato della funzione di Lee & Vleeming. Sistema locale e sistema globale muscolare: stabilizzatori locali, globali e mobilizzatori, caratteristiche funzionali e meccanismi di stabilizzazione del core e del sistema globale, le abilità motorie e la loro acquisizione, come educare alla stabilità del core e alla funzionalità motoria in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Respirazione cosciente: respirazione utilizzata, facilitazione della stabilizzazione e dell’articolarità della colonna attraverso la respirazione; come educare alla coscientizzazione ed integrazione della respirazione nei movimenti in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Precisione e allineamento: importanza dell’integrazione delle varie parti del corpo per attuare una correzione posturale durante il movimento, interesse dei meridiani miofasciali di Myers, come educare alla precisione del movimento e all’allineamento posturale in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

Controllo motorio con approccio metacognitivo: cosa si intende per controllo motorio con approccio metacognitivo in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® e come si ottiene, il ruolo del terapista nella relazione di aiuto

Concentrazione:  utilizzo della concentrazione in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®, focalizzazione sulla propriocezione e uso delle visualizzazioni mentali

Fluidità e coordinazione:  come vengono intese in Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®: completa interiorizzazione del movimento, adeguato tono muscolare sia nella stabilizzazione che nell’esecuzione del movimento, capacità di unire più input in uno schema di movimento complesso, il ruolo del ritmo nell’apprendimento di abilità motorie.

ore 16.00 Benefici generali di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri® e sue indicazioni generali in riabilitazione

ore 16.30 Obiettivi generali di Pilates Fisios metodo Silvia Raneri®

ore 16.45 Coffee breack

ore 17.00 La Valutazione statica e dinamica. Come impostare un trattamento

struttura delle sedute (trattamento individuale, piccolo gruppo)

ore 17.15 Valutazione statica

            Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 17.45 Valutazione dinamica.

Dimostrazione pratica. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 20.00 chiusura 1° giornata

 

2° giornata (8 ore)

 

ore 8.30 Esercizi di sensibilizzazione per il Piano Perineale.

Dimostrazione pratica. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 9.30 Matwork base:

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di flessione (portare i fluidi via dalla testa)

Progressione base decubito supino/seduto (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di estensione (svuotamento delle gambe da prono, svuotamento delle spalle da prono)

Progressione base decubito prono (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione degli equilibri nella posizione sul fianco. (equilibrarsi attraverso i fluidi; scaricare la gamba alla spalla opposta)

Progressione base decubito laterale (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 13.00 Colazione

ore 14.00 Matwork base (continua)

ore 17.00 Matwork intermedio:

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di flessione contro gravità (muovere i fluidi dalla spalla al fianco opposto; portare via i fluidi dai piedi verso la testa)

Progressione intermedia decubito supino/seduto (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 18.30 chiusura 2° giornata

 

3° giornata (8 ore)

 

ore 8.30 Matwork intermedio:

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza delle braccia (dalla mano alla spalla; dal braccio al tronco)

Progressione intermedia decubito prono (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

Progressione intermedia decubito laterale (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 13.00 Colazione

ore 14.00 Matwork intermedio (continua)

ore 15.00 Matwork avanzato (dimostrazione di esercizi a scelta tra quelli riportati su

manuale ad interesse specifico dei corsisti):

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione del movimento di torsione contro gravità (spostare i fluidi dal bacino alla spalla opposta)

Progressione avanzata decubito supino/seduto (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza (dai piedi alla spalla controlaterale)

Progressione avanzata decubito prono (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

Il movimento vissuto: “essere nel corpo”

momento esperienziale di percezione ed integrazione delle linee di forza delle braccia (autopostura dal braccio al tronco)

Progressione avanzata decubito laterale (obiettivi generali, progressione e final format, indicazioni, controindicazioni e precauzioni) Dimostrazione pratica degli esercizi. Apprendimento corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia. Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo

ore 18.30 chiusura 3° giornata

 

 

4° giornata (5 ore)

 

ore 8.30 Come elaborare un trattamento riabilitativo per differenti patologie

Lavoro di gruppo supervisionato dal docente con confronto e discussione

ore 9.30 Presentazione casi clinici e video di trattamenti con pazienti

ore 10.00 Esercizi con i piccoli attrezzi: magic circle, soft ball, foam roller, elastico.

Come impostare e condurre una seduta in gruppo a corpo libero e con l’integrazione dei piccoli attrezzi.

Dimostrazione pratica degli esercizi. Analisi degli esercizi, apprendimento della corretta esecuzione, come insegnarli e manualità del terapista, come sceglierli o modificarli per proporli ai pazienti in base alle necessità individuali o alla patologia sviluppando un ragionamento critico finalizzato agli obiettivi del trattamento.

Pratica tra gli allievi con scambio di ruolo e pratica in gruppo.

ore 13.30 Conclusioni, consegna attestati e chiusura corso

 

Share:

Iscrizioni

Nel formato giorno/mese/anno
Se non in possesso del codice a 7 cifre o indirizzo PEC è obbligatorio inserire una codice composto da 7 zeri
Professione
Pagamento: BONIFICO
Prezzo: 750

Accetto i termini e le condizioni
Accetto i termini e le condizioni. Leggi l'informativa.
Accetto i termini e le condizioni: